Tag

, , , ,

… scriverà versi controvento
gridando muta la nostalgia vibrante
della sua doppia che s’imprime a tratti.

Era arrivato l’inverno,
gelava brividi alle vene
e generava furti nella carne,
ma la piuma voleva volare
e imprimersi
e sfidare anche gli dèi,
sentenziatori della fine sua,
impregnati di malinconia e saggezza.
Aveva smesso di desiderare.
Voleva!
Voleva volare…
sola…
e ruminare il vento
e fare strade storte
e urtare conto i monti
ogni centimetro della sua pesante leggerezza.

Aspettare.
Cercare.
E guardare anche il vento negli occhi
perché quel fetido tremore
smettesse di bussare…

Annunci